Discussione:
Sost. Flash Storage, 512GB ben 552 euro e continuate a comprare la mela mangiata..
(troppo vecchio per rispondere)
^Bart
2020-11-14 14:46:35 UTC
Permalink
Salve,

qualche settimana addietro postai un messagio in cui segnalavo problemi
al disco di un Mac dal titolo "MacBookPro che sente solo la partizione
di ripristino da 2GB", spedito il dispositivo in assistenza (fuori
garanzia di pochi mesi) e... nell'oggetto c'è la risposta!

Sinceramente sono rimasto basito dalla cifra, con quell'importo ci si
potrebbero comprare almeno 3 HD di qualità pro da 1TB... :\

Mi sono occupato di grafica ed ora lo faccio come piacere personale o
per dare una mano a qualche amico o conoscente perché, strano ma vero,
mi rilassa, uso su Windows prodotti Adobe, la suite Coreldraw (ed
ovviamente Photopaint), di Autodesk utilizzo Inventor ed Autocad, ho
usato fino al 2018 3DS con V-Ray (ok ci sono tanti motori ma a me piace
quello!), ho fatto anche un corso per Solidworks ma non mi piace la
navigazione nello spazio di lavoro rispetto ad Autodesk anche se ad
esempio Solidworks gestisce meglio i fori, viti e la piegatura delle
lamiere.

Per non farmi mancare nulla faccio una volta ogni tanto anche qualche
montaggio video con l'ex Sony Vegas (...) anche se ho visto che in casa
Adobe c'è di meglio ma non devo fare nulla di eclatante!

Fatta questa debita premessa per non sembrare il newbie di turno o
quello che spara sentenze giusto per passare il tempo... perché c'è
gente che si ostina a dire che per fare i lavori di cui sopra ci vuole
per forza il Mac pagando poi un prezzo più o meno salato all'acquisto e
sicuramente salato se lo dovesse far riparare?

Non sarebbe più "onesto" sentir dire da parte di un acquirente Mac a me
piace per l'estetica, perché fa figo (questo non lo ammetterà mai
nessuno!!!), per tanti altri motivi personali ma non oggettivi?

Saluti.
^Bart

P.S.
Ho tralasciato il mondo opensource nello specifico con Debian+KDE per
non allungare troppo il discorso!
Beppe
2020-11-14 19:44:11 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Salve,
qualche settimana addietro postai un messagio in cui segnalavo problemi
al disco di un Mac dal titolo "MacBookPro che sente solo la partizione
di ripristino da 2GB", spedito il dispositivo in assistenza (fuori
garanzia di pochi mesi) e... nell'oggetto c'è la risposta!
Sinceramente sono rimasto basito dalla cifra, con quell'importo ci si
potrebbero comprare almeno 3 HD di qualità pro da 1TB... :\
Mi sono occupato di grafica ed ora lo faccio come piacere personale o
per dare una mano a qualche amico o conoscente perché, strano ma vero,
mi rilassa, uso su Windows prodotti Adobe, la suite Coreldraw (ed
ovviamente Photopaint), di Autodesk utilizzo Inventor ed Autocad, ho
usato fino al 2018 3DS con V-Ray (ok ci sono tanti motori ma a me piace
quello!), ho fatto anche un corso per Solidworks ma non mi piace la
navigazione nello spazio di lavoro rispetto ad Autodesk anche se ad
esempio Solidworks gestisce meglio i fori, viti e la piegatura delle
lamiere.
Per non farmi mancare nulla faccio una volta ogni tanto anche qualche
montaggio video con l'ex Sony Vegas (...) anche se ho visto che in casa
Adobe c'è di meglio ma non devo fare nulla di eclatante!
Fatta questa debita premessa per non sembrare il newbie di turno o
quello che spara sentenze giusto per passare il tempo... perché c'è
gente che si ostina a dire che per fare i lavori di cui sopra ci vuole
per forza il Mac pagando poi un prezzo più o meno salato all'acquisto e
sicuramente salato se lo dovesse far riparare?
Non sarebbe più "onesto" sentir dire da parte di un acquirente Mac a me
piace per l'estetica, perché fa figo (questo non lo ammetterà mai
nessuno!!!), per tanti altri motivi personali ma non oggettivi?
Saluti.
^Bart
P.S.
Ho tralasciato il mondo opensource nello specifico con Debian+KDE per
non allungare troppo il discorso!
Ma i 512 te li hanno chiesti in assistenza ufficiale? Prova a fare da solo,
su ifixit ci sono le guide e non dovrebbe essere troppo complicato.
Per il resto io lavoro su Windows, Linux e da qualche anno ho un portatile
Mac (un Mack book da 12 pollici).
Windows 10 se fai lavori seri è inutilizzabile (riavvii e aggiornamenti non
gestibili) devi per forza andare su una versione Server. Inoltre su
macchine com molti core/ram/hd Linux è molto più prestante.
OS X invece per me è molto comodo, hai in integrazione perfetta con iPhone
iPad e altro e praticamente ti trovi tutto quello che ti serve sempre a
portata di mano.
^Bart
2020-11-15 09:17:05 UTC
Permalink
Post by Beppe
Ma i 512 te li hanno chiesti in assistenza ufficiale? Prova a fare da solo,
Leggi bene, sono 552 per fortuna iva compresa! :)
Post by Beppe
su ifixit ci sono le guide e non dovrebbe essere troppo complicato.
https://it.ifixit.com/Guida/Smontaggio+MacBook+Pro+15-Inch+Touch+Bar+2018/111478

Come già indicato in un altro post è tutto saldato on-board...
Post by Beppe
Per il resto io lavoro su Windows, Linux e da qualche anno ho un portatile
Mac (un Mack book da 12 pollici).
Per ora i Mac cerco di sistemarli tra l'altro più ci metto mano e più
sono felice di non aver mai regalato alla mela mangiata nemmeno un euro
né per i computer né per gli smartphone! :)

Da fine anni '90 utilizzo distribuzioni Linux, ho iniziato con Slackware
perché all'epoca era l'unica seria (Mandrake mai presa in
considerazione!) e sono passato a metà 2000 a Debian su cui sono
tutt'ora, il mondo Microsoft lo utilizzo da inizio anni '90 dal dos 4
poi windows 3.1 a salire, ho avuto anche una breve esperienza con OS/2
Warp ma giusto per capire come girasse!
Post by Beppe
Windows 10 se fai lavori seri è inutilizzabile (riavvii e aggiornamenti non
gestibili) devi per forza andare su una versione Server. Inoltre su
Come hai letto dal mio post iniziale ho elencato una serie di software
che utilizzo con successo e senza problemi su W10, quali sarebbero gli
altri lavori seri che non si potrebbero fare con Windows? Non è una
domanda polemica ma spesso mi chiedono consigli nell'ambito IT e se
qualcuno ha già "sbattuto" la testa con qualcosa son ben contento di
sconsigliarlo! :)
Post by Beppe
macchine com molti core/ram/hd Linux è molto più prestante.
Debian la utilizzo personalmente con successo in ambito server, VPN
(OpenVPN), webserver con mariadb+php, ftp, e qualche piccolo firewall il
tutto con risorse hardware molto molto risicate cosa che con Windows
sarebbe impensabile.

Di recente ho configurato una macchina Debian+KDE in ambito "desktop"
per una postazione di programmazione Java, Python, etc. rivelandosi una
scelta in termini di prestazioni e stabilità molto azzeccata, io stesso
utilizzo per l'80% Debian+KDE mentre per il restante 20% uso ancora
Windows perché certi programmi di grafica o meglio certe funzioni di
certi programmi di grafica ci sono solo su determinati software.
Post by Beppe
OS X invece per me è molto comodo, hai in integrazione perfetta con iPhone
iPad e altro e praticamente ti trovi tutto quello che ti serve sempre a
portata di mano.
Perdonami, non ho capito questo tuo commento, il plus di un Mac per te è
solo la sincronizzazione dei dati? Un qualcosa che fatto con rsync
opportunamente tunizzato asfalterebbe tutti facendolo puntare magari su
un proprio hosting e non su hosting di terzi?

Per non parlare del servizio di Onedrive se si volesse rimanere in casa MS.

Saluti.
^Bart
Beppe
2020-11-15 13:59:30 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Post by Beppe
Ma i 512 te li hanno chiesti in assistenza ufficiale? Prova a fare da solo,
Leggi bene, sono 552 per fortuna iva compresa! :)
Post by Beppe
su ifixit ci sono le guide e non dovrebbe essere troppo complicato.
https://it.ifixit.com/Guida/Smontaggio+MacBook+Pro+15-Inch+Touch+Bar+2018/111478
Come già indicato in un altro post è tutto saldato on-board...
Scusa ma se è del 2018 non è ancora in garanzia?
Comunque il tutto saldato è un problema, ma non solo dei Mac, anche i dell
o hp
Post by ^Bart
Post by Beppe
Per il resto io lavoro su Windows, Linux e da qualche anno ho un portatile
Mac (un Mack book da 12 pollici).
Per ora i Mac cerco di sistemarli tra l'altro più ci metto mano e più
sono felice di non aver mai regalato alla mela mangiata nemmeno un euro
né per i computer né per gli smartphone! :)
Da fine anni '90 utilizzo distribuzioni Linux, ho iniziato con Slackware
perché all'epoca era l'unica seria (Mandrake mai presa in
considerazione!) e sono passato a metà 2000 a Debian su cui sono
tutt'ora, il mondo Microsoft lo utilizzo da inizio anni '90 dal dos 4
poi windows 3.1 a salire, ho avuto anche una breve esperienza con OS/2
Warp ma giusto per capire come girasse!
Post by Beppe
Windows 10 se fai lavori seri è inutilizzabile (riavvii e aggiornamenti non
gestibili) devi per forza andare su una versione Server. Inoltre su
Come hai letto dal mio post iniziale ho elencato una serie di software
che utilizzo con successo e senza problemi su W10, quali sarebbero gli
altri lavori seri che non si potrebbero fare con Windows? Non è una
domanda polemica ma spesso mi chiedono consigli nell'ambito IT e se
qualcuno ha già "sbattuto" la testa con qualcosa son ben contento di
sconsigliarlo! :)
Ho programmi e simulazioni che girano per settimane anche... e Windows 10
mi ha già fatto lo scherzo di riavviarsi perché (nonostante fossero stati
disattivati gli aggiornamenti automatici) si aggiornava e riavviava.
In più ha una gestione delle risorse che fa abbastanza schifo rispetto a
Unix/linux.
Post by ^Bart
Post by Beppe
macchine com molti core/ram/hd Linux è molto più prestante.
Debian la utilizzo personalmente con successo in ambito server, VPN
(OpenVPN), webserver con mariadb+php, ftp, e qualche piccolo firewall il
tutto con risorse hardware molto molto risicate cosa che con Windows
sarebbe impensabile.
Di recente ho configurato una macchina Debian+KDE in ambito "desktop"
per una postazione di programmazione Java, Python, etc. rivelandosi una
scelta in termini di prestazioni e stabilità molto azzeccata, io stesso
utilizzo per l'80% Debian+KDE mentre per il restante 20% uso ancora
Windows perché certi programmi di grafica o meglio certe funzioni di
certi programmi di grafica ci sono solo su determinati software.
Post by Beppe
OS X invece per me è molto comodo, hai in integrazione perfetta con iPhone
iPad e altro e praticamente ti trovi tutto quello che ti serve sempre a
portata di mano.
Perdonami, non ho capito questo tuo commento, il plus di un Mac per te è
solo la sincronizzazione dei dati? Un qualcosa che fatto con rsync
opportunamente tunizzato asfalterebbe tutti facendolo puntare magari su
un proprio hosting e non su hosting di terzi?
Per non parlare del servizio di Onedrive se si volesse rimanere in casa MS.
Saluti.
^Bart
Direi di no, one drive c’è l’ho ma non ha nulla a che fare con
l’integrazione che ti da OS X iOS. Out of the box, semplice e comoda.
Quando qualcuno integrerà qualcosa di simile lo prenderò in considerazione.
Per ora non c’è nulla e rispetto a iOS Android è anni luce dietro.
^Bart
2020-11-15 16:37:14 UTC
Permalink
Post by Beppe
Scusa ma se è del 2018 non è ancora in garanzia?
Non è un uso privato quindi un anno! :)
Post by Beppe
Comunque il tutto saldato è un problema, ma non solo dei Mac, anche i dell
o hp
Tutti i portatili Lenovo, HP, Fujitsu, DELL che abbiamo siamo riusciti
da soli a manutenerli quindi a cambiare mobo, ram, display, tastiera,
etc. e fin'ora non mi sono mai capitate macchine di quei marchi con
tutto saldato onboard.
Post by Beppe
Ho programmi e simulazioni che girano per settimane anche... e Windows 10
Programmi e simulazioni di che tipo se non sono troppo indiscreto?
Post by Beppe
mi ha già fatto lo scherzo di riavviarsi perché (nonostante fossero stati
disattivati gli aggiornamenti automatici) si aggiornava e riavviava.
Io non ho mai avuto questi problemi semmai ad una certa quando ci sono
numerosi aggiornamenti da eseguire il s.o. te lo segnala ed i riavii li
ho sempre eseguiti io a mano ma questo non solo sull'ultima versione di
W10 anche con quelle più vecchie, c'è anche la possibilità di
disattivare per "x" tempo gli aggiornamenti e se sei in dominio il
controller di dominio può fare verifiche ancora più stringenti e
decidere cosa distribuire e cosa no (...).
Post by Beppe
In più ha una gestione delle risorse che fa abbastanza schifo rispetto a
Unix/linux.
Come già più volte scritto io uso per un buon 80% Debian (ora sono in
Bullseye) + KDE ed il kernel linux oggettivamente asfalta tutti però
tutto questo schifo su un W10 nella gestione delle risorse non l'ho
notato...
Post by Beppe
Direi di no, one drive c’è l’ho ma non ha nulla a che fare con
l’integrazione che ti da OS X iOS. Out of the box, semplice e comoda.
Quando qualcuno integrerà qualcosa di simile lo prenderò in considerazione.
Per ora non c’è nulla e rispetto a iOS Android è anni luce dietro.
Questa è una funzionalità che non ho mai visto nello specifico ma gira e
rigira avere un rsync opportunamente scriptato per eseguire backup delle
directory di lavoro su un proprio host è un problema?

Sono curioso... questa integrazione oltre a proporti i file su "x"
dispositivi cosa fa in più?

In casa ho un server Debian su cui faccio girare OpenVPN+OpenSSL ed
rsync che mi "pesca" i file quando vado con una macchina Windows, Debian
e dallo smartphone Android facendomi backup di ciò che mi serve, ok non
è Out of the box ma imho ti permette di non spedire i tuoi dati su
nuvole altrui e di scegliere i device ed i s.o. che più ti rimangono
comodi ma soprattutto sempre imho non scelgo un s.o. in base al backup
nativo che mi viene proposto! :)

Saluti.
^Bart
Beppe
2020-11-15 17:06:05 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Post by Beppe
Scusa ma se è del 2018 non è ancora in garanzia?
Non è un uso privato quindi un anno! :)
Post by Beppe
Comunque il tutto saldato è un problema, ma non solo dei Mac, anche i dell
o hp
Tutti i portatili Lenovo, HP, Fujitsu, DELL che abbiamo siamo riusciti
da soli a manutenerli quindi a cambiare mobo, ram, display, tastiera,
etc. e fin'ora non mi sono mai capitate macchine di quei marchi con
tutto saldato onboard.
Post by Beppe
Ho programmi e simulazioni che girano per  settimane anche... e
Windows 10
Programmi e simulazioni di che tipo se non sono troppo indiscreto?
Programmi di calcolo fluidodinamico e multifisico. Commerciali oppure
open source (cerca Openfoam ad esempio).
Post by ^Bart
Post by Beppe
mi ha già fatto lo scherzo di riavviarsi perché (nonostante fossero stati
disattivati gli aggiornamenti automatici) si aggiornava e riavviava.
Io non ho mai avuto questi problemi semmai ad una certa quando ci sono
numerosi aggiornamenti da eseguire il s.o. te lo segnala ed i riavii li
ho sempre eseguiti io a mano ma questo non solo sull'ultima versione di
W10 anche con quelle più vecchie, c'è anche la possibilità di
disattivare per "x" tempo gli aggiornamenti e se sei in dominio il
controller di dominio può fare verifiche ancora più stringenti e
decidere cosa distribuire e cosa no (...).
Inutile, anche sotto dominio se l'update è considerato critical te lo
faceva ugualmente (ora non so perchè dalle macchine importanti ho
monadato win10).
Io ho bisogno che gli aggiornamenti vengano fatti da me, non sospesi per
X tempo.
Compresa quella cazzata che magari sei in giro dal cliente, spegni il
protatile e ti viene fuori che sta installando degli aggiornamenti e
quindi devi aspettare... indem in avvio.
Scritto coi piedi.
Post by ^Bart
Post by Beppe
In più ha una gestione delle risorse che fa abbastanza schifo rispetto a
Unix/linux.
Come già più volte scritto io uso per un buon 80% Debian (ora sono in
Bullseye) + KDE ed il kernel linux oggettivamente asfalta tutti però
tutto questo schifo su un W10 nella gestione delle risorse non l'ho
notato...
Si vede che hai macchien normali... win 10 inizia ad avere problemi
sopra i 64 core, anche con la ram non è che abbia un gran gestione come
per i flussi di I/O.
Non per tirarmela, ma l'ultima macchina ch eabbaimo preso in ufficio
(nell'ambiente è ancora considerata piccola) è un 64 core con 256 gbyte
di ram e 3 ssd nvme di cui 2 in raid 0.
Come distribuzione Centos8
Post by ^Bart
Post by Beppe
Direi di no, one drive c’è l’ho ma non ha nulla a che fare con
l’integrazione che ti da OS X iOS. Out of the box, semplice e comoda.
Quando qualcuno integrerà qualcosa di simile lo prenderò in
considerazione.
Per ora non c’è nulla e rispetto a iOS Android è anni luce dietro.
Questa è una funzionalità che non ho mai visto nello specifico ma gira e
rigira avere un rsync opportunamente scriptato per eseguire backup delle
directory di lavoro su un proprio host è un problema?
Sono curioso... questa integrazione oltre a proporti i file su "x"
dispositivi cosa fa in più?
Si vede che non hai mai utilizzato l'ecosistema Apple. Per la parte
comemrciale ad esempio è comodissimo: se metto i dati nel cloud (devo
solo dirgli quali siano le cartelle da sincronizzare) me li ritreovo su
tutti i dispositivi (telefono incluso) direttamente nelle applicazioni.
Posso consultare, modificare e preparare offerte su qualsiasi
dispositivo e trovarmele direttamente sugli altri.
Idem per la posta, i contatti, le note, i messaggi e le telefonate.
in più anche per la condivisione con altri per lavorarci assieme èun attimo.
Post by ^Bart
In casa ho un server Debian su cui faccio girare OpenVPN+OpenSSL ed
rsync che mi "pesca" i file quando vado con una macchina Windows, Debian
e dallo smartphone Android facendomi backup di ciò che mi serve, ok non
è Out of the box ma imho ti permette di non spedire i tuoi dati su
nuvole altrui e di scegliere i device ed i s.o. che più ti rimangono
comodi ma soprattutto sempre imho non scelgo un s.o. in base al backup
nativo che mi viene proposto! :)
Saluti.
^Bart
Il cloud di Apple rimane abbastanza sicuro quindi siccome non sono alla
nasa mi va bene così (sopratutto sono poco paranoico).
Ovvio i dati delle simulazioni dei clienti sono backuppati internamente
all'ufficio, su un server apposito.
Beppe
2020-11-15 19:28:40 UTC
Permalink
Post by Beppe
Post by ^Bart
Post by Beppe
Scusa ma se è del 2018 non è ancora in garanzia?
Non è un uso privato quindi un anno! :)
Post by Beppe
Comunque il tutto saldato è un problema, ma non solo dei Mac, anche i dell
o hp
Tutti i portatili Lenovo, HP, Fujitsu, DELL che abbiamo siamo riusciti
da soli a manutenerli quindi a cambiare mobo, ram, display, tastiera,
etc. e fin'ora non mi sono mai capitate macchine di quei marchi con
tutto saldato onboard.
Post by Beppe
Ho programmi e simulazioni che girano per  settimane anche... e
Windows 10
Programmi e simulazioni di che tipo se non sono troppo indiscreto?
Programmi di calcolo fluidodinamico e multifisico. Commerciali oppure
open source (cerca Openfoam ad esempio).
Post by ^Bart
Post by Beppe
mi ha già fatto lo scherzo di riavviarsi perché (nonostante fossero stati
disattivati gli aggiornamenti automatici) si aggiornava e riavviava.
Io non ho mai avuto questi problemi semmai ad una certa quando ci sono
numerosi aggiornamenti da eseguire il s.o. te lo segnala ed i riavii li
ho sempre eseguiti io a mano ma questo non solo sull'ultima versione di
W10 anche con quelle più vecchie, c'è anche la possibilità di
disattivare per "x" tempo gli aggiornamenti e se sei in dominio il
controller di dominio può fare verifiche ancora più stringenti e
decidere cosa distribuire e cosa no (...).
Inutile, anche sotto dominio se l'update è considerato critical te lo
faceva ugualmente (ora non so perchè dalle macchine importanti ho
monadato win10).
Io ho bisogno che gli aggiornamenti vengano fatti da me, non sospesi per
X tempo.
Compresa quella cazzata che magari sei in giro dal cliente, spegni il
protatile e ti viene fuori che sta installando degli aggiornamenti e
quindi devi aspettare... indem in avvio.
Scritto coi piedi.
Post by ^Bart
Post by Beppe
In più ha una gestione delle risorse che fa abbastanza schifo rispetto a
Unix/linux.
Come già più volte scritto io uso per un buon 80% Debian (ora sono in
Bullseye) + KDE ed il kernel linux oggettivamente asfalta tutti però
tutto questo schifo su un W10 nella gestione delle risorse non l'ho
notato...
Si vede che hai macchien normali... win 10 inizia ad avere problemi
sopra i 64 core, anche con la ram non è che abbia un gran gestione come
per i flussi di I/O.
Non per tirarmela, ma l'ultima macchina ch eabbaimo preso in ufficio
(nell'ambiente è ancora considerata piccola) è un 64 core con 256 gbyte
di ram e 3 ssd nvme di cui 2 in raid 0.
Come distribuzione Centos8
Post by ^Bart
Post by Beppe
Direi di no, one drive c’è l’ho ma non ha nulla a che fare con
l’integrazione che ti da OS X iOS. Out of the box, semplice e comoda.
Quando qualcuno integrerà qualcosa di simile lo prenderò in considerazione.
Per ora non c’è nulla e rispetto a iOS Android è anni luce dietro.
Questa è una funzionalità che non ho mai visto nello specifico ma gira e
rigira avere un rsync opportunamente scriptato per eseguire backup delle
directory di lavoro su un proprio host è un problema?
Sono curioso... questa integrazione oltre a proporti i file su "x"
dispositivi cosa fa in più?
Si vede che non hai mai utilizzato l'ecosistema Apple. Per la parte
comemrciale ad esempio è comodissimo: se metto i dati nel cloud (devo
solo dirgli quali siano le cartelle da sincronizzare) me li ritreovo su
tutti i dispositivi (telefono incluso) direttamente nelle applicazioni.
Posso consultare, modificare e preparare offerte su qualsiasi
dispositivo e trovarmele direttamente sugli altri.
Idem per la posta, i contatti, le note, i messaggi e le telefonate.
in più anche per la condivisione con altri per lavorarci assieme èun attimo.
Post by ^Bart
In casa ho un server Debian su cui faccio girare OpenVPN+OpenSSL ed
rsync che mi "pesca" i file quando vado con una macchina Windows, Debian
e dallo smartphone Android facendomi backup di ciò che mi serve, ok non
è Out of the box ma imho ti permette di non spedire i tuoi dati su
nuvole altrui e di scegliere i device ed i s.o. che più ti rimangono
comodi ma soprattutto sempre imho non scelgo un s.o. in base al backup
nativo che mi viene proposto! :)
Saluti.
^Bart
Il cloud di Apple rimane abbastanza sicuro quindi siccome non sono alla
nasa mi va bene così (sopratutto sono poco paranoico).
Ovvio i dati delle simulazioni dei clienti sono backuppati internamente
all'ufficio, su un server apposito.
Ps l’anno scorso in quest’epoca mi si è rotto l’iPhone (un 5S che aveva 5
anni, utilizzato molto, mai un telefono mi era durato tanto...): ho preso
l’11 inserito il mio account e lasciato fare. Dopo poco avevo il sistema
configurato e pronto come se fosse il vecchio: dati persi praticamente
nessuno e tempo mio di riconfigurazione (11 account di posta solamente sono
già un bel rompimento di palle) 30 secondi...
Riccardo Saettone
2020-11-15 17:38:35 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Post by Beppe
Scusa ma se è del 2018 non è ancora in garanzia?
Non è un uso privato quindi un anno! :)
Lo so che detta così fa tanto grillo parlante di Pinocchio, ma perché non
hai fatto la garanzia estesa ?.
Al giorno d’oggi visti i prezzi assurdi che tutti i produttori fanno per le
riparazioni fuori garanzia, è piuttosto miope non farlo, sopratutto per una
ditta.
Non parlo solo di Apple, ma anche HP, DELL, ASUS, Lenovo, ecc ecc,
Ormai è la regola d’oro se quello che stai per comprare costa più di
500€ comincia a valutare di farla, se costa più di 1000 falla e basta,


Per rispondere togliere alfa e beta
Beppe
2020-11-15 19:28:37 UTC
Permalink
Post by Riccardo Saettone
Post by ^Bart
Post by Beppe
Scusa ma se è del 2018 non è ancora in garanzia?
Non è un uso privato quindi un anno! :)
Lo so che detta così fa tanto grillo parlante di Pinocchio, ma perché non
hai fatto la garanzia estesa ?.
Al giorno d’oggi visti i prezzi assurdi che tutti i produttori fanno per le
riparazioni fuori garanzia, è piuttosto miope non farlo, sopratutto per una
ditta.
Non parlo solo di Apple, ma anche HP, DELL, ASUS, Lenovo, ecc ecc,
Ormai è la regola d’oro se quello che stai per comprare costa più di
500€ comincia a valutare di farla, se costa più di 1000 falla e basta,

Per rispondere togliere alfa e beta
Se sono per lavoro nbd sempre, per l’ultimo hp da 1700 euro hanno voluto
170 euro.
Riccardo Saettone
2020-11-16 07:43:40 UTC
Permalink
Post by Beppe
Post by Riccardo Saettone
Post by ^Bart
Post by Beppe
Scusa ma se è del 2018 non è ancora in garanzia?
Non è un uso privato quindi un anno! :)
Lo so che detta così fa tanto grillo parlante di Pinocchio, ma perché non
hai fatto la garanzia estesa ?.
Al giorno d’oggi visti i prezzi assurdi che tutti i produttori fanno per le
riparazioni fuori garanzia, è piuttosto miope non farlo, sopratutto per una
ditta.
Non parlo solo di Apple, ma anche HP, DELL, ASUS, Lenovo, ecc ecc,
Ormai è la regola d’oro se quello che stai per comprare costa più di
500€ comincia a valutare di farla, se costa più di 1000 falla e basta,

Per rispondere togliere alfa e beta
Se sono per lavoro nbd sempre, per l’ultimo hp da 1700 euro hanno voluto
170 euro.
Be visto che sia HP che DELL ti chiedono 400€ ed anche di più per la
sostituzione di una scheda madre di un portatile di fascia medio alta, quelli
per intenderci che partono 2000 euro a salire, mi sembra che il costo sia
più che accettabile, ma anche Lenovo non si discosta molto da quei prezzi.
E comunque anche per i portatili più economici le cifre non sono molto più
basse.
Ed hai detto tu che quel portatile è stato comprato per lavoro "Non è un
uso privato quindi un anno! :)”

Personalmente 170€ per la garanzia estesa non mi sembra affatto una follia,
cosa sono 2 anni quindi tre totali ? o 3 anni quindi 4 totali ?.
Visto che cambiare uno schermo, una scheda madre o la tastiera ti costa fuori
garanzia certamente di più.

Ripeto non è per fare il grillo parlante, perché so benissimo che una cosa
del genere brucia e fa arrabbiare, e comunque almeno una volta ci siamo
passati tutti, ma visto che il Mac era stato comprato per lavoro e visto il
suo costo, avrebbe dovuto fare la garanzia estesa, non l’ha fatto per
risparmiare due o trecento euro su un portatile da oltre 2400, e questo
purtroppo è il risultato.


Per rispondere togliere alfa e beta
Beppe
2020-11-16 08:29:40 UTC
Permalink
Post by Riccardo Saettone
Post by Beppe
Post by Riccardo Saettone
Post by ^Bart
Post by Beppe
Scusa ma se è del 2018 non è ancora in garanzia?
Non è un uso privato quindi un anno! :)
Lo so che detta così fa tanto grillo parlante di Pinocchio, ma perché non
hai fatto la garanzia estesa ?.
Al giorno d’oggi visti i prezzi assurdi che tutti i produttori fanno per le
riparazioni fuori garanzia, è piuttosto miope non farlo, sopratutto per una
ditta.
Non parlo solo di Apple, ma anche HP, DELL, ASUS, Lenovo, ecc ecc,
Ormai è la regola d’oro se quello che stai per comprare costa più di
500€ comincia a valutare di farla, se costa più di 1000 falla e basta,

Per rispondere togliere alfa e beta
Se sono per lavoro nbd sempre, per l’ultimo hp da 1700 euro hanno voluto
170 euro.
Be visto che sia HP che DELL ti chiedono 400€ ed anche di più per la
sostituzione di una scheda madre di un portatile di fascia medio alta, quelli
per intenderci che partono 2000 euro a salire, mi sembra che il costo sia
più che accettabile, ma anche Lenovo non si discosta molto da quei prezzi.
E comunque anche per i portatili più economici le cifre non sono molto più
basse.
Ed hai detto tu che quel portatile è stato comprato per lavoro "Non è un
uso privato quindi un anno! :)”
Personalmente 170€ per la garanzia estesa non mi sembra affatto una follia,
cosa sono 2 anni quindi tre totali ? o 3 anni quindi 4 totali ?.
Visto che cambiare uno schermo, una scheda madre o la tastiera ti costa fuori
garanzia certamente di più.
Ripeto non è per fare il grillo parlante, perché so benissimo che una cosa
del genere brucia e fa arrabbiare, e comunque almeno una volta ci siamo
passati tutti, ma visto che il Mac era stato comprato per lavoro e visto il
suo costo, avrebbe dovuto fare la garanzia estesa, non l’ha fatto per
risparmiare due o trecento euro su un portatile da oltre 2400, e questo
purtroppo è il risultato.

Per rispondere togliere alfa e beta
Ti quoto, io però non sono l'op. Di solito metto anche io sempre le
garanzie estese sui pc se questi sono mission critical (nel senso che se
si rompono non posso produrre).
Come dici giustamente su portatili costosi la metto sempre, 3 anni e poi
se si rompono devono essersi già ripagati, percui ok.
Se costano poco invece, me ne frego e lo ricompro.
Riccardo Saettone
2020-11-16 12:09:04 UTC
Permalink
Post by Beppe
Ti quoto, io però non sono l'op. Di solito metto anche io sempre le
garanzie estese sui pc se questi sono mission critical (nel senso che se
si rompono non posso produrre).
Come dici giustamente su portatili costosi la metto sempre, 3 anni e poi
se si rompono devono essersi già ripagati, percui ok.
Se costano poco invece, me ne frego e lo ricompro.
Appunto, non l’ha voluta fare ed ora è inutile che si lamenti.
D’altra parte ormai la politica di tutte le case è molto simile, finche
c’è la garanzia te lo ripariamo, finita la garanzia te lo ripariamo uguale
ma ti spenniamo un po’.
In tutto questo Apple è anche decente perché ti ripara anche macchine
“vecchie” di 5 anni o più.
Giusto qualche mese fa un mio amico si è ritrovato un portatile HP top di
gamma comprato quasi 5 anni, da riparare sintomo classico non si accendeva
più.
Mandato in assistenza fuori garanzia, gli è stato detto che vista l’eta
portatile 5 anni e mezzo da quando uscì e visto il danno scheda madre da
riparare, non glielo avrebbero riparato, però gli avrebbero fatto un buono
da 350 euro per l’acquisto di un altro portatile HP, visto che quel
portatile nuovo era costato circa 4 mila euro, il mio amico era notevolmente
contrariato.
Così se lo è fatto ridare, e l’ha mandato da un riparatore indipendente
della sua zona, che guarda caso in un paio di settimane ha trovato la scheda
madre nuova e l’ha sostituita, costa della riparazione 425 euro più iva.


Per rispondere togliere alfa e beta
fabrizio venerandi
2020-11-15 07:51:03 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Salve,
qualche settimana addietro postai un messagio in cui segnalavo problemi
al disco di un Mac dal titolo "MacBookPro che sente solo la partizione
di ripristino da 2GB", spedito il dispositivo in assistenza (fuori
garanzia di pochi mesi) e... nell'oggetto c'è la risposta!
Il prezzo è assurdo. Vai da qualcun'altro o fattelo da solo.
^Bart
2020-11-15 08:53:39 UTC
Permalink
Post by fabrizio venerandi
Il prezzo è assurdo. Vai da qualcun'altro o fattelo da solo.
Si tratta di un Apple Store quindi assistenza ufficiale, da quel che ho
letto su internet la memoria è saldata sulla motherboard e quindi non si
può svincolare facilmente rispetto ad un "normale" laptop o ad altri
vecchi Mac su cui io stesso ho in passato cambiato l'hard disk.

https://it.ifixit.com/Guida/Smontaggio+MacBook+Pro+15-Inch+Touch+Bar+2018/111478

"Il processore, la RAM e la memoria flash sono saldate sulla scheda
logica. Le riparazioni e gli aggiornamenti si possono definire come
minimo poco pratici."

Comunque ancora qualcuno deve rispondermi sul fatto oggettivo di cosa si
possa fare in più e meglio con un Mac rispetto ad usare altri s.o. tipo
Debian o Windows installati su altro hardware, qualcosa che possa
motivare il costo in più in fase di acquisto e di una ipotetica riparazione.

Saluti.
^Bart
fabriziovenerandi
2020-11-15 09:23:42 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Post by fabrizio venerandi
Il prezzo è assurdo. Vai da qualcun'altro o fattelo da solo.
Si tratta di un Apple Store quindi assistenza ufficiale, da quel che ho
letto su internet la memoria è saldata sulla motherboard e quindi non si
può svincolare facilmente rispetto ad un "normale" laptop o ad altri
vecchi Mac su cui io stesso ho in passato cambiato l'hard disk.
Ah ok, questo cambia tutto. Effettivamente è una rogna.
Post by ^Bart
Comunque ancora qualcuno deve rispondermi sul fatto oggettivo di cosa si
possa fare in più e meglio con un Mac rispetto ad usare altri s.o. tipo
Perdonami, è una domanda davvero sciocca. Se siamo qua è perché
evidentemente troviamo nell'os e nell'hardware mac un'ambiente
produttivo che non troviamo altrove. Non esistono parametri 'oggettivi'
per scegliere una macchina rispetto ad un altra. Personalmente trovo
l'os di Apple più pulito e più stabile rispetto agli altri sistemi che
ho utilizzato in passato, e ne ho usati parecchi. Anche l'hardware mi
dura molto di più rispetto a quello che vedo in giro. Ma è un parametro
personale. Mio figlio numero uno usa solo KDE, figlio numero due solo
Windows, figlia numero 3 è su Chrome Os. Non è una guerra di religione.
^Bart
2020-11-15 10:21:40 UTC
Permalink
Post by fabriziovenerandi
Ah ok, questo cambia tutto. Effettivamente è una rogna.
Diciamo che, escluso i vari Raspberry, Arduino, prodotti in ambito
automotive, etc. che fanno della compattezza e della resistenza il loro
punto di forza (perché dedicati ad ambienti "critici") per tutto il
resto non vedo perché si debba andare di tutto saldato onboard tagliando
fuori ogni eventuale upgrade o manutenzione a fronte di prezzi di
acquisto non indifferenzi per i quali invece che offrire qualcosa di più
semmai tolgono...
Post by fabriziovenerandi
Perdonami, è una domanda davvero sciocca. Se siamo qua è perché
evidentemente troviamo nell'os e nell'hardware mac un'ambiente
produttivo che non troviamo altrove. Non esistono parametri 'oggettivi'
I parametri oggettivi a mio avviso ci sono come il costo di acquisto ed
il costo per la manutenzione e l'upgrade, tutto il resto è dato da gusti
personali su come ognuno di noi ama spendere il proprio denaro, su come
ognuno di noi si abitui o si adagi sugli allori per qualcosa che ha
sempre fatto in un determinato modo, con determinati software etc.
precludendosi a volte per pigrizia altri "mondi"! :)
Post by fabriziovenerandi
per scegliere una macchina rispetto ad un altra. Personalmente trovo
l'os di Apple più pulito e più stabile rispetto agli altri sistemi che
ho utilizzato in passato, e ne ho usati parecchi. Anche l'hardware mi
dura molto di più rispetto a quello che vedo in giro. Ma è un parametro
La durata dell'hardware dipende molto da quanto si stressi la macchina e
da quanto performante (soprattutto a livello di dissipazione del calore)
sia, a mio avviso esistono oggettive condizioni di utilizzo critiche
tipo quando fai partire un rendering di ore ed ore con 3DS+V-ray.

Una volta ogni due anni o anche meno andrebbe sostituita la pasta
termica, pulite le ventole, etc. chi lo fa a parte me e pochissime altre
persone? Il tutto indipendentemente dal brand dell'hardware o dal s.o.
che ci gira...

Potrei dirti che in ambito MS da W10 (con le varie versioni) si è
finalmente tornati ad avere una stabilità tipo W7 o w2K quindi oggi 2020
io non vedo tutta questa instabilità nell'uscire dal mondo Apple...
Post by fabriziovenerandi
personale. Mio figlio numero uno usa solo KDE, figlio numero due solo
Windows, figlia numero 3 è su Chrome Os. Non è una guerra di religione.
Come hai letto dal mio post iniziale ho fatto nomi di applicativi che
uso perfettamente su W10 con un hardware su cui riesco a fare
manutenzione dall'A alla Z aspetto per me fondamentale, se qualcuno a
gusto personale si trova meglio con il s.o. Pippo o Pluto o con
l'hardware Tizio o Caio non c'è nulla da dire, oramai si può fare tutto
con qualsiasi piattaforma a me fanno solo sorridere quelli per i quali
esiste solo il Mac, per i quali i lavori fatti bene si possono fare solo
con il Mac gli stessi che quando vedevano i miei lavori mi chiedevano
che Mac avessi e ci rimanevamo male vedendo il mio HP di sicuro di
fascia alta ma pur sempre un HP con un "normalissimo" Windows10, ben
tenuto e stabile! :)

Saluti.
^Bart
fabriziovenerandi
2020-11-15 10:48:00 UTC
Permalink
Post by ^Bart
I parametri oggettivi a mio avviso ci sono come il costo di acquisto ed
il costo per la manutenzione e l'upgrade, tutto il resto è dato da gusti
certo, infatti ho anche risposto sul punto: tutti i portatili non apple
di casa venerandi si sono rotti: mappe, case, sono andati letteralmente
in pezzi. il computer da cui ti sto scrivendo, apple, ha nove anni. per
me e per l'uso che ne faccio questo è importante. ho speso molto meno
con apple di altri che hanno investito in altri hardware.
Post by ^Bart
personali su come ognuno di noi ama spendere il proprio denaro, su come
ognuno di noi si abitui o si adagi sugli allori per qualcosa che ha
sempre fatto in un determinato modo, con determinati software etc.
precludendosi a volte per pigrizia altri "mondi"! :)
come ho scritto prima, ho sicuramente usato una pletora di sistemi
operativi e hardware in questi trentasette anni di informatica, dallo
zx-81 ai SUN, da Windows NT a Ubuntu, dagli Apple II agli Acorn. Quindi
non si tratta di pigrizia, ma di scelte.
Post by ^Bart
Una volta ogni due anni o anche meno andrebbe sostituita la pasta
termica, pulite le ventole, etc. chi lo fa a parte me e pochissime altre
persone? Il tutto indipendentemente dal brand dell'hardware o dal s.o.
che ci gira...
Ti ho già risposto sopra.
Post by ^Bart
Potrei dirti che in ambito MS da W10 (con le varie versioni) si è
finalmente tornati ad avere una stabilità tipo W7 o w2K quindi oggi 2020
io non vedo tutta questa instabilità nell'uscire dal mondo Apple...
Vai pure, nessuno ti tiene ;)
Post by ^Bart
Post by fabriziovenerandi
personale. Mio figlio numero uno usa solo KDE, figlio numero due solo
Windows, figlia numero 3 è su Chrome Os. Non è una guerra di religione.
Come hai letto dal mio post iniziale ho fatto nomi di applicativi che
uso perfettamente su W10 con un hardware su cui riesco a fare
manutenzione dall'A alla Z aspetto per me fondamentale, se qualcuno a
gusto personale si trova meglio con il s.o. Pippo o Pluto o con
l'hardware Tizio o Caio non c'è nulla da dire, oramai si può fare tutto
con qualsiasi piattaforma a me fanno solo sorridere quelli per i quali
Se ti trovi meglio con Windows che con Macintosh, consiglio personale,
vendi il Macintosh e smetti di frequentare i gruppi usenet mac-only.
Altrimenti inizierei a pensare che hai qualche grosso grosso problema
psicologico ;)


f.
^Bart
2020-11-15 11:52:25 UTC
Permalink
Post by fabriziovenerandi
certo, infatti ho anche risposto sul punto: tutti i portatili non apple
di casa venerandi si sono rotti: mappe, case, sono andati letteralmente
in pezzi. il computer da cui ti sto scrivendo, apple, ha nove anni. per
me e per l'uso che ne faccio questo è importante. ho speso molto meno
con apple di altri che hanno investito in altri hardware.
E' ovvio che ognuno di noi si basi su quello che gli accade però non è
statistica, magari in quel periodo avresti fatto meglio a chiamare un
esorcista! :)

Dai scherzi a parte, nulla è immune da guasti come hai visto dal mio
post che potrebbe essere l'esatto contrario della tua esperienza, molto
dipende dalla linea che compri ed anche da come tratti l'hardware
soprattutto per il discorso del calore, il mio HP2170P lo pagai appena
uscito qualche anno addietro quasi 1400 euro, un botto, ma aprendolo per
aumentare la ram e mettere un hard disk più capiente ho potuto notare la
raffinatezza del progetto e la qualità interna dei materiali rispetto a
quelli da 300 euro del supermercato!

Con questo portatile ho fatto rendering ed altri lavori gravosi
facendolo lavorare ore ed ore senza problemi!

Ogni crash andrebbe indagato per bene e magari spesso potrebbe anche
essere stato causato da difetti di progettazione o un errato utilizzo
cercando di fargli fare magari quello per cui non era stato progettato
(SOHO->Workstation).
Post by fabriziovenerandi
come ho scritto prima, ho sicuramente usato una pletora di sistemi
operativi e hardware in questi trentasette anni di informatica, dallo
zx-81 ai SUN, da Windows NT a Ubuntu, dagli Apple II agli Acorn. Quindi
non si tratta di pigrizia, ma di scelte.
Il mio primo è stato il 48K della Spectrum quello con i tasti in gomma,
aver usato una "Buntu" non è che parli tanto a tuo favore! ;)

Ti dò ragione sul fatto delle scelte, evidentemente i tuoi software
girano meglio su Mac mentre per quelli che uso io ho visto che era
indifferente e quindi ho preferito rimanere su qualcosa che mi
permettesse un maggiore margine d'azione ovvero Windows e Debian (...).
Post by fabriziovenerandi
Se ti trovi meglio con Windows che con Macintosh, consiglio personale,
Guarda, io sono molto pragmatico, se lo spendere di più (parlo in
generale!) mi porta a lavorare meglio, in meno tempo oltre a permettermi
una migliore upgradabilità futura vado diritto senza pensarci un attimo
ma se lo spendere di più non annovera questi punti che per me (non è
detto lo siano per tutti!) sono fondamentali allora perché dovrei
spendere di più?
Post by fabriziovenerandi
vendi il Macintosh e smetti di frequentare i gruppi usenet mac-only.
Altrimenti inizierei a pensare che hai qualche grosso grosso problema
psicologico ;)
Io non ho un Mac ma chi ruota attorno a me si e quindi devo essere in
grado di supportarli (non ho detto sopportarli! LOL!) poi essendo una
persona curiosa che "sta sempre alla finestra" per capire come
migliorarsi e migliorare quello che fa se qualcuno mi mette davanti dei
dati oggettivi e mi dimostra come determinati lavori si possano fare
meglio in un altro modo io sono contentisimo di rimboccarmi le maniche e
capire come funzioni quest'altro modo! :)
Post by fabriziovenerandi
f.
Saluti e buona domenica!
^Bart
fabrizio venerandi
2020-11-15 13:32:06 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Guarda, io sono molto pragmatico, se lo spendere di più (parlo in
generale!) mi porta a lavorare meglio, in meno tempo oltre a permettermi
una migliore upgradabilità futura vado diritto senza pensarci un attimo
ma se lo spendere di più non annovera questi punti che per me (non è
detto lo siano per tutti!) sono fondamentali allora perché dovrei
spendere di più?
questo è il punto: il "lavorare meglio" non si basa su valori
"oggettivi". tu lavori meglio con Windows, io con Macintosh, mio figlio
lavora addirittura in KDE. quello che per me può essere importante è per
te una variabile trascurabile. "funziona meglio su mac" piuttosto che
"funziona meglio su win" o "funziona meglio su linux", per buona parte
delle attività informatiche e telematiche è un bias conoscitivo.
fabrizio venerandi
2020-11-15 13:33:26 UTC
Permalink
Post by fabrizio venerandi
bias conoscitivo.
bias cognitivo
^Bart
2020-11-15 16:15:11 UTC
Permalink
Post by fabrizio venerandi
questo è il punto: il "lavorare meglio" non si basa su valori
"oggettivi". tu lavori meglio con Windows, io con Macintosh, mio figlio
lavora addirittura in KDE. quello che per me può essere importante è per
te una variabile trascurabile. "funziona meglio su mac" piuttosto che
"funziona meglio su win" o "funziona meglio su linux", per buona parte
delle attività informatiche e telematiche è un bias conoscitivo.
Alzo le mani, ognuno ha il proprio modo per "lavorare meglio" poi
dipende anche da quello che ci fai con un computer e di conseguenza con
un s.o., di Debian io uso tantissimo la console e quindi tutti i
programmi che girano da riga di comando, il più "banale" è nmap, penso
alla comodità di iptables o al nuovo framework nftables per modificare
al volo qualche route (a volte può servire!), penso anche alla comodità
di avere Python insito direttamente nel kernel, etc. etc. etc.

Se devo invece usare un programma specifico come ad esempio Photoshop
aprirlo dentro W10 o dentro Mac è uguale (ribadisco per me!) quindi
preferisco scegliere la soluzione che mi costi di meno a 360 gradi
compreso quindi l'acquisto e la manutenzione dell'hardware.

Saluti!
^Bart
fabriziovenerandi
2020-11-15 17:04:10 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Se devo invece usare un programma specifico come ad esempio Photoshop
aprirlo dentro W10 o dentro Mac è uguale (ribadisco per me!) quindi
preferisco scegliere la soluzione che mi costi di meno a 360 gradi
compreso quindi l'acquisto e la manutenzione dell'hardware.
questo lo abbiamo capito, lavori bene con Windows e Debian. ma continuo
a non capire lo scopo di questi messaggi. se lo fai per autoconvincerti
delle tue scelte, ok. se invece hai pensato di passare la domenica con
la missione di andare in un gruppo Usenet per convincere delle persone
che stanno usando un sistema operativo sbagliato, penso che tu possa
spendere meglio il tuo tempo. e il nostro
Otello
2020-11-15 19:49:50 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Comunque ancora qualcuno deve rispondermi sul fatto oggettivo di cosa si
possa fare in più e meglio con un Mac rispetto ad usare altri s.o. tipo
Debian o Windows installati su altro hardware, qualcosa che possa
motivare il costo in più in fase di acquisto e di una ipotetica riparazione.
Ti è mai venuto in mente che win faceva vomitare fin dalla sua nascita e
ancora oggi è così ?
E che quindi la gente compra alla fin fine un OS che purtroppo gira
(legalmente) solo su un Mac ? E tocca comprare quello se lo vuoi.

Oltre a win (purtroppo al lavoro) uso anche varie distro Linux (compreso
Debian) sia native che su macchine virtuali ...mi dici per favore un software
"serio" dedicato alla fotografia ? Per dirne una eh...

Ti prego di non dirmi Gimp, Darktable o Rawtherapee.
^Bart
2020-11-18 17:43:44 UTC
Permalink
Post by Otello
Ti è mai venuto in mente che win faceva vomitare fin dalla sua nascita e
ancora oggi è così ?
Beh... in passato era così ma posso dirti che W7 e W10 non li ho visti
così messi male...
Post by Otello
E che quindi la gente compra alla fin fine un OS che purtroppo gira
(legalmente) solo su un Mac ? E tocca comprare quello se lo vuoi.
Come già detto sopra io tutta questa instabilità su W7 e W10 non l'ho
notata poi dipende anche da che hardware utilizzi, è ovvio che se un
produttore ti obbliga ad acquistare sia hardware che s.o. per forza sarà
super ottimizzato ma a che prezzo?
Post by Otello
Oltre a win (purtroppo al lavoro) uso anche varie distro Linux (compreso
Debian) sia native che su macchine virtuali ...mi dici per favore un software
"serio" dedicato alla fotografia ? Per dirne una eh...
Quello su cui nessuno mi ha risposto è cosa cambia nell'usare un
Photoshop, un Illustrator, un Indesign su Windows rispetto che su un Mac?

Discorso diverso come qualcuno mi ha giustamente fatto notare per quanto
riguarda la sincronizzazione dei dati su device differenti o software
davvero particolari.
Post by Otello
Ti prego di non dirmi Gimp, Darktable o Rawtherapee.
Non piacciono nemmeno a me per un utilizzo pro, io sono un amante di
CorelDraw e Photopaint ed ogni tanto uso qualcosa della suite Adobe il
tutto nella partizione con W10 che essendo installato su un hardware di
tutto rispetto con tutto di marca non mi crasha ed è tutto stabile.

Saluti.
^Bart
Otello
2020-11-18 21:10:21 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Post by Otello
Ti è mai venuto in mente che win faceva vomitare fin dalla sua nascita e
ancora oggi è così ?
Beh... in passato era così ma posso dirti che W7 e W10 non li ho visti
così messi male...
Mi fermo a XP forse l'ultimo win ancora degno, le piastrelle e la confusione
degli altri
le lascio volentieri.
Post by ^Bart
Post by Otello
E che quindi la gente compra alla fin fine un OS che purtroppo gira
(legalmente) solo su un Mac ? E tocca comprare quello se lo vuoi.
Come già detto sopra io tutta questa instabilità su W7 e W10 non l'ho
notata poi dipende anche da che hardware utilizzi, è ovvio che se un
produttore ti obbliga ad acquistare sia hardware che s.o. per forza sarà
super ottimizzato ma a che prezzo?
Ambiente lavorativo stracontrollato, non puoi installarci niente, puoi solo
usarlo,
win10 ...basta una banale ricerca sulle mail per mandare in torta outlook.
cosa frequentissima, quotidiana e plurima. Per dirne una.
Tralascio gli applicativi di lavoro..che mi viene l'ernia.
Hardware DELL di un paio d'anni, con i5, non proprio scarponi.
Post by ^Bart
Post by Otello
Oltre a win (purtroppo al lavoro) uso anche varie distro Linux (compreso
Debian) sia native che su macchine virtuali ...mi dici per favore un software
"serio" dedicato alla fotografia ? Per dirne una eh...
Quello su cui nessuno mi ha risposto è cosa cambia nell'usare un
Photoshop, un Illustrator, un Indesign su Windows rispetto che su un Mac?
Probabilmente niente.
Ma ti sfugge che un utente col pc ci fa anche del resto, calendario, mail,
musica, sincronizzazioni, cazzeggi vari
tutto questo su win è peggio. Dovendo scegliere un sono hardware...

Per fare solo il cazzeggio basterebbe linux ma se poi ti serve un software
specifico devi passare ad altro.
Avevo instradato il figlio numero due a Linux ma i prof delle superiori,
ignoranti, fanno di tutto per distribuire formati proprietari anche quando
basterebbe un .txt ...spingendo tutti verso win. Da denuncia.
Ho patteggiato col figlio una doppia installazione, win solo quando proprio
necessario, linux per il resto.
Ma poi altri amici del figlio spingeranno nella stessa direzione dei prof...è
dura fare il genitore, lo confesso.
Post by ^Bart
Discorso diverso come qualcuno mi ha giustamente fatto notare per quanto
riguarda la sincronizzazione dei dati su device differenti o software
davvero particolari.
ecco...
Post by ^Bart
Post by Otello
Ti prego di non dirmi Gimp, Darktable o Rawtherapee.
Non piacciono nemmeno a me per un utilizzo pro, io sono un amante di
CorelDraw e Photopaint ed ogni tanto uso qualcosa della suite Adobe il
tutto nella partizione con W10 che essendo installato su un hardware di
tutto rispetto con tutto di marca non mi crasha ed è tutto stabile.
Sul Mac in 15 anni ho visto 2 kernel panic; uno l'ho provocato io con una cam
usb farlocca...l'altro non me lo ricordo neanche.
Di schermi blu della morte ne ho visti parecchi ciò...

Riepilogando: per un uso generico a tutto campo win fa cagare, su Linux
software specifici tipo Lightroom (ma penso anche altri settori) non ci sono
ne ci saranno mai perché li tutto dev'essere open e soprattutto gratis , così
finiamo per avere 10 software di fotografia di cui la comunità decanta
meraviglie, ma che nessuno usa per manifesta inferiorità tecnica o per seri
problemi d'interfaccia e alla fine di apprendimento, o perché non hanno la più
pallida idea di come dev'essere un flusso di lavoro.
Per fartela breve a tutt'oggi uso un Mac (il divario si sta assottigliando
comunque, da quando hanno in mente gli iCosi), Linux per qualche esperimento,
per tenere viva la curiosità, e per vedere ogni tanto se ha fatto un saltino
in avanti...win relegato in una macchina virtuale in modo che faccia meno
danni possibili.
Post by ^Bart
Saluti.
^Bart
saluti anche qui.
Beppe
2020-11-19 07:59:35 UTC
Permalink
Post by Otello
Post by ^Bart
Post by Otello
Ti è mai venuto in mente che win faceva vomitare fin dalla sua nascita e
ancora oggi è così ?
Beh... in passato era così ma posso dirti che W7 e W10 non li ho visti
così messi male...
Mi fermo a XP forse l'ultimo win ancora degno, le piastrelle e la confusione
degli altri
le lascio volentieri.
Post by ^Bart
Post by Otello
E che quindi la gente compra alla fin fine un OS che purtroppo gira
(legalmente) solo su un Mac ? E tocca comprare quello se lo vuoi.
Come già detto sopra io tutta questa instabilità su W7 e W10 non l'ho
notata poi dipende anche da che hardware utilizzi, è ovvio che se un
produttore ti obbliga ad acquistare sia hardware che s.o. per forza sarà
super ottimizzato ma a che prezzo?
Ambiente lavorativo stracontrollato, non puoi installarci niente, puoi solo
usarlo,
win10 ...basta una banale ricerca sulle mail per mandare in torta outlook.
cosa frequentissima, quotidiana e plurima. Per dirne una.
Tralascio gli applicativi di lavoro..che mi viene l'ernia.
Hardware DELL di un paio d'anni, con i5, non proprio scarponi.
Post by ^Bart
Post by Otello
Oltre a win (purtroppo al lavoro) uso anche varie distro Linux (compreso
Debian) sia native che su macchine virtuali ...mi dici per favore un software
"serio" dedicato alla fotografia ? Per dirne una eh...
Quello su cui nessuno mi ha risposto è cosa cambia nell'usare un
Photoshop, un Illustrator, un Indesign su Windows rispetto che su un Mac?
Probabilmente niente.
Ma ti sfugge che un utente col pc ci fa anche del resto, calendario, mail,
musica, sincronizzazioni, cazzeggi vari
tutto questo su win è peggio. Dovendo scegliere un sono hardware...
Per fare solo il cazzeggio basterebbe linux ma se poi ti serve un software
specifico devi passare ad altro.
Avevo instradato il figlio numero due a Linux ma i prof delle superiori,
ignoranti, fanno di tutto per distribuire formati proprietari anche quando
basterebbe un .txt ...spingendo tutti verso win. Da denuncia.
Ho patteggiato col figlio una doppia installazione, win solo quando proprio
necessario, linux per il resto.
Ma poi altri amici del figlio spingeranno nella stessa direzione dei prof...è
dura fare il genitore, lo confesso.
L'ingoranza informatica di alcuni professori è assurda.
Post by Otello
Post by ^Bart
Discorso diverso come qualcuno mi ha giustamente fatto notare per quanto
riguarda la sincronizzazione dei dati su device differenti o software
davvero particolari.
ecco...
Post by ^Bart
Post by Otello
Ti prego di non dirmi Gimp, Darktable o Rawtherapee.
Non piacciono nemmeno a me per un utilizzo pro, io sono un amante di
CorelDraw e Photopaint ed ogni tanto uso qualcosa della suite Adobe il
tutto nella partizione con W10 che essendo installato su un hardware di
tutto rispetto con tutto di marca non mi crasha ed è tutto stabile.
Sul Mac in 15 anni ho visto 2 kernel panic; uno l'ho provocato io con una cam
usb farlocca...l'altro non me lo ricordo neanche.
Di schermi blu della morte ne ho visti parecchi ciò...
Riepilogando: per un uso generico a tutto campo win fa cagare, su Linux
software specifici tipo Lightroom (ma penso anche altri settori) non ci sono
ne ci saranno mai perché li tutto dev'essere open e soprattutto gratis ,
perchè deve essere tutto gratis su linux? Io vendo software anche molto
costosi che si esprimono al meglio proprio su Linux... certo Centos o
redHat e Suse, ma c'è chi riesce a farli girare anche su Debian.
Riccardo Saettone
2020-11-19 06:26:16 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Post by Otello
Oltre a win (purtroppo al lavoro) uso anche varie distro Linux (compreso
Debian) sia native che su macchine virtuali ...mi dici per favore un software
"serio" dedicato alla fotografia ? Per dirne una eh...
Quello su cui nessuno mi ha risposto è cosa cambia nell'usare un
Photoshop, un Illustrator, un Indesign su Windows rispetto che su un Mac?
Io con photoshop aprivo e lavoravo senza problemi con immagini tiff da oltre
600 mega, sono arrivato a 1.2 giga, con un PowerMac Pro del 2014 i7, SSD da 1
TB e 16 giga di ram, senza problemi.
Tutto il giorno, senza bisogno di riavviare la macchina, crash, altri
problemi.
E per lavorare intendo che quasi sempre aggiungevo anche 3 o 4 livelli a
quella immagine, le ruotavo, manipolavo, ecc, tanto che una volta salvate
davano da da 800 fino a oltre il Giga, ed infatti dovevo usare il formato
“Speciale” di Photoshop.
Ho provato ad un certo punto a fare la stessa cosa alla stessa velocità su
PC ho dovuto usare un desktop dalla prestazioni in teoria decisamente
superiori, processore i9, 32 giga di ram in modo da darne la 16 giga solo
photoshop, a quanto ho provato e letto anche se gliene dai di più non fa
differenza, scheda madre di livello alto quella che provai io era una asus da
300 euro, e scheda grafica media, ma che supportasse ottimamente
l’accelerazione GPU di Photoshop, il che non vuol dire automaticamente che
la scheda grafica sia più cara o più potente, è una questione di
compatibilità e driver e con la scheda stessa, quella che provai era una
NViDIA costava poco più di 200 euro, ma con photoshop mi dava una
accelerazione migliore e più stabile rispetto a schede ben più care.

Il problema è che malgrado tutto, la stabilità di tutto il sistema con
Windows 10 faceva pena, Photoshop crasciava spesso, aveva enormi problemi di
gestione della cache, in pratica dovevo riavviare la macchine diverse volte
al giorno, senza contare tutte le volte che photoshop si piantava durante il
caricamento e il salvataggio delle immagini.
Stesso problema con i programmi che usavo per la conversione dei file da TIIF
a JPEG in batch.
A questo poi ci si deve aggiungere tutte le idiosincrasie di Windows, il
fatto che dopo un po’ anche se non installi programmi, comincia a
rallentare obbligandoti a reinstallare tutto, il fatto di doverti difendere
da un pletora di malware, ramsonware e virus varie, con programmi che
comunque incidono sulle prestazioni, e che diminuiscono ulteriormente la
stabilità del tutto.


Per rispondere togliere alfa e beta
Pagliotz
2020-11-15 10:47:01 UTC
Permalink
perché c'è gente che si ostina
a dire che per fare i lavori di cui sopra ci vuole per forza il Mac pagando
poi un prezzo più o meno salato all'acquisto e sicuramente salato se lo
dovesse far riparare?
Non ci vuole "per forza" un Mac. Ognuno utilizza il sistema che per lui
è più "usabile", e prende i programmi relativi. Dopotutto con un Mac ci
fai le stesse cose che con Win (non sono aggiornato se CAD attualmente
esista per Mac. Se non lo fosse, con una macchina virtuale risolveresti
anche questo).
Non sarebbe più "onesto" sentir dire da parte di un acquirente Mac a me piace
per l'estetica, perché fa figo (questo non lo ammetterà mai nessuno!!!), per
tanti altri motivi personali ma non oggettivi?
Non sarebbe "onesto", ma "stupido". La decidi tu l'oggettività?
--
ATTENZIONE: se nel msg-id si vede
"***@fellatio.fun.club", sono proprio Pagliotz.
Altrimenti è un troll così coglione da volermi imitare per confondere
gli utenti...
^Bart
2020-11-15 11:29:35 UTC
Permalink
Post by Pagliotz
Non ci vuole "per forza" un Mac. Ognuno utilizza il sistema che per lui
è più "usabile", e prende i programmi relativi. Dopotutto con un Mac ci
fai le stesse cose che con Win (non sono aggiornato se CAD attualmente
esista per Mac. Se non lo fosse, con una macchina virtuale risolveresti
anche questo).
Sentire dire ad un utente Mac che non ci vuole per forza un Mac per fare
determinati lavori è già tanta roba! Passami la battuta dai! :)
Post by Pagliotz
Post by ^Bart
Non sarebbe più "onesto" sentir dire da parte di un acquirente Mac a
me piace per l'estetica, perché fa figo (questo non lo ammetterà mai
nessuno!!!), per tanti altri motivi personali ma non oggettivi?
Non sarebbe "onesto", ma "stupido". La decidi tu l'oggettività?
L'oggettività è nel prezzo di acquisto e nel prezzo da pagare per la
manutenzione a fronte della mancanza, imho, di una reale maggiore
produttività data dall'utilizzo di un determinato s.o. il quale però ti
obbliga a scegliere l'hardware.

La mia pragmaticità è data dal fatto che un Photoshop se gira più veloce
e permette di lavorare in meno tempo su Mac (a parità di hardware non
Mac) allora vale la pena pagare lo scotto del prezzo d'acquisto e di
manutenzione altrimenti se pagando meno posso fare le stesse identiche
cose allora perché pagare di più?

Preciso anche che ognuno con i propri soldi può fare ciò che vuole e a
dirla tutta io non considererei stupido chi decidesse in base al fatto
che faccia figo avere un determinato prodotto, in base al fatto che
esteticamente un prodotto sia di design e gradevole anche da portare in
giro e da mostrare ad un eventuale committente (magari per darsi un
tono!) pur sapendo che alla fine si possono fare le stesse cose con una
macchina che abbia a bordo altri s.o.

Saluti! :)
^Bart
Pagliotz
2020-11-15 14:17:43 UTC
Permalink
Post by ^Bart
L'oggettività è nel prezzo di acquisto e nel prezzo da pagare per la
manutenzione a fronte della mancanza, imho, di una reale maggiore
produttività data dall'utilizzo di un determinato s.o. il quale però ti
obbliga a scegliere l'hardware.
Quindi l'oggettività la decidi tu. Ok, ciao.
Post by ^Bart
La mia pragmaticità è data dal fatto che un Photoshop se gira più veloce e
permette di lavorare in meno tempo su Mac (a parità di hardware non Mac)
allora vale la pena pagare lo scotto del prezzo d'acquisto e di manutenzione
altrimenti se pagando meno posso fare le stesse identiche cose allora perché
pagare di più?
Fattelo dire: non hai capito un cazzo.
Post by ^Bart
Preciso anche che ognuno con i propri soldi può fare ciò che vuole e a dirla
tutta io non considererei stupido chi decidesse in base al fatto che faccia
figo avere un determinato prodotto,
Io sì.

Addio.
--
ATTENZIONE: se nel msg-id si vede
"***@fellatio.fun.club", sono proprio Pagliotz.
Altrimenti è un troll così coglione da volermi imitare per confondere
gli utenti...
^Bart
2020-11-15 15:56:10 UTC
Permalink
Post by Pagliotz
Post by ^Bart
L'oggettività è nel prezzo di acquisto e nel prezzo da pagare per la
manutenzione a fronte della mancanza, imho, di una reale maggiore
produttività data dall'utilizzo di un determinato s.o. il quale però
ti obbliga a scegliere l'hardware.
Quindi l'oggettività la decidi tu. Ok, ciao.
La matematica non è un opinione, se qualcosa che costa 10 ti rende 20 è
un conto, se qualcosa che costa 20 ti rende 20 è un altro come del resto
se qualcosa che costa 20 ti dovesse rendere 10 tralascio poi i costi in
questi tre casi legati alla manutenzione in caso di problemi.

Ribadisco, ognuno con i propri soldi fa ciò che vuole, ci sono software
che nascono per il mondo Mac e di conseguenza non puoi usarli su Windows
e viceversa ma ce ne sono altri come la suite Adobe che gira in entrambi
i sistemi ed a quel punto aprire Photoshop su una macchina che mi costa
di più rispetto ad una macchina che mi costa di meno beh... ci siamo
capiti! :)
Post by Pagliotz
Fattelo dire: non hai capito un cazzo.
Sono contento per te che invece hai capito tutto!
Post by Pagliotz
Post by ^Bart
Preciso anche che ognuno con i propri soldi può fare ciò che vuole e a
dirla tutta io non considererei stupido chi decidesse in base al fatto
che faccia figo avere un determinato prodotto,
Io sì.
Te l'ho già scritto, bisogna rispettare anche chi compra un Mac solo per
fare il figo, se guadagnati onestamente con i propri soldi ci si può
fare quello che si vuole nel rispetto delle leggi.

Passo successivo, se qualcuno mi dimostra che a parità di hardware un
software gira meglio su Mac io mi ci fiondo e spendo ben volentieri
quello che c'è da spendere altrimenti per come sono evoluti i desktop di
oggi vedi KDE, o Windows non ho problemi a muovermi dove mi costa di meno.
Post by Pagliotz
Addio.
Saluti.
^Bart
Beppe
2020-11-15 17:12:42 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Post by Pagliotz
Post by ^Bart
L'oggettività è nel prezzo di acquisto e nel prezzo da pagare per la
manutenzione a fronte della mancanza, imho, di una reale maggiore
produttività data dall'utilizzo di un determinato s.o. il quale però
ti obbliga a scegliere l'hardware.
Quindi l'oggettività la decidi tu. Ok, ciao.
La matematica non è un opinione, se qualcosa che costa 10 ti rende 20 è
un conto, se qualcosa che costa 20 ti rende 20 è un altro come del resto
se qualcosa che costa 20 ti dovesse rendere 10 tralascio poi i costi in
questi tre casi legati alla manutenzione in caso di problemi.
Ribadisco, ognuno con i propri soldi fa ciò che vuole, ci sono software
che nascono per il mondo Mac e di conseguenza non puoi usarli su Windows
e viceversa ma ce ne sono altri come la suite Adobe che gira in entrambi
i sistemi ed a quel punto aprire Photoshop su una macchina che mi costa
di più rispetto ad una macchina che mi costa di meno beh... ci siamo
capiti! :)
Post by Pagliotz
Fattelo dire: non hai capito un cazzo.
Sono contento per te che invece hai capito tutto!
Post by Pagliotz
Post by ^Bart
Preciso anche che ognuno con i propri soldi può fare ciò che vuole e
a dirla tutta io non considererei stupido chi decidesse in base al
fatto che faccia figo avere un determinato prodotto,
Io sì.
Te l'ho già scritto, bisogna rispettare anche chi compra un Mac solo per
fare il figo, se guadagnati onestamente con i propri soldi ci si può
fare quello che si vuole nel rispetto delle leggi.
Passo successivo, se qualcuno mi dimostra che a parità di hardware un
software gira meglio su Mac io mi ci fiondo e spendo ben volentieri
quello che c'è da spendere altrimenti per come sono evoluti i desktop di
oggi vedi KDE, o Windows non ho problemi a muovermi dove mi costa di meno.
Post by Pagliotz
Addio.
Saluti.
^Bart
Quando nel 2017 ho preso il mackbook 12" l'ho pagato versione con i5 e
512 GByte di disco 1849€. Trovami all'epoca un pc che avesse uno schermo
da 12" di pari risoluzione, le stesse caratteristiche hw, circa 10 ore
di autonomia, e un peso di 900 grammi.
Io li ho cercati e tutti costavano circa uguale e avevano gli stessi
limiti (ram saldata, batteria fissa,...).
Giusto per dare una veloce info: l'anno prima in ufficio sono stati
prese dei Lenovo Yoga 13", avevano l'i7 invece dell'i5 (ma su queste
serie sono molto simili) pagati quasi uguale (anche se avevano win home
che abbiamo dovuto poi upgradare): a parte i materiali che fanno pena
(flettono tantissimo), uno ha ormai la batteria andata e l'altro ha
problemi alle porte usb perchè fatte di burro.
^Bart
2020-11-18 15:26:41 UTC
Permalink
Post by Beppe
Quando nel 2017 ho preso il mackbook 12" l'ho pagato versione con i5 e
512 GByte di disco 1849€. Trovami all'epoca un pc che avesse uno schermo
da 12" di pari risoluzione, le stesse caratteristiche hw, circa 10 ore
di autonomia, e un peso di 900 grammi.
Io li ho cercati e tutti costavano circa uguale e avevano gli stessi
limiti (ram saldata, batteria fissa,...).
Tu avevi necessità di quelle caratteristiche e le hai trovate solo in
quel modello, io bene o male non ho mai avuto necessità così stringenti
per cui per me avere una macchina con i componenti che si possono
cambiare o upgradare è sempre stato l'elemento base che mi ha fatto poi
scegliere un portatile poi ovviamente lo step successivo è guardare il
peso, processore, schermo, ram, hd, etc.

Personalmente un Mac è limitante, ribadisco per me, perché è tutto
troppo chiuso e non ti permette di avere il pieno controllo della
macchina come ad esempio la possibilità di installare il s.o. che vuoi o
quantomeno avere la scelta tra Microsoft ed una qualsiasi distro Linux
come avviene "dall'altra parte"! :)
Post by Beppe
Giusto per dare una veloce info: l'anno prima in ufficio sono stati
prese dei Lenovo Yoga 13", avevano l'i7 invece dell'i5 (ma su queste
serie sono molto simili) pagati quasi uguale (anche se avevano win home
che abbiamo dovuto poi upgradare): a parte i materiali che fanno pena
(flettono tantissimo), uno ha ormai la batteria andata e l'altro ha
problemi alle porte usb perchè fatte di burro.
Io me li ricordo gli IBM che erano veramente IBM, sia desktop, server
che portatili ed erano favolosi, abbiamo comprato anche noi Lenovo di
fascia alta poco sotto i 2000 euro e... si sono rotti tutti, chi con la
mobo che si freezava, chi il video, etc. mentre mi hanno stupito i
Fujitsu Siemens che di qualsiasi taglio economico vanno come dei muli e
sono indistruttibili!

Da privato ho acquistato un HP sui 1300 euro, ho fatto acquistare anche
ad amici, parenti e conoscenti HP e fin'ora non ho avuto problemi.

Saluti.
^Bart
Beppe
2020-11-18 16:27:28 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Post by Beppe
Quando nel 2017 ho preso il mackbook 12" l'ho pagato versione con i5 e
512 GByte di disco 1849€. Trovami all'epoca un pc che avesse uno
schermo da 12" di pari risoluzione, le stesse caratteristiche hw,
circa 10 ore di autonomia, e un peso di 900 grammi.
Io li ho cercati e tutti costavano circa uguale e avevano gli stessi
limiti (ram saldata, batteria fissa,...).
Tu avevi necessità di quelle caratteristiche e le hai trovate solo in
quel modello, io bene o male non ho mai avuto necessità così stringenti
per cui per me avere una macchina con i componenti che si possono
cambiare o upgradare è sempre stato l'elemento base che mi ha fatto poi
scegliere un portatile poi ovviamente lo step successivo è guardare il
peso, processore, schermo, ram, hd, etc.
Personalmente un Mac è limitante, ribadisco per me, perché è tutto
troppo chiuso e non ti permette di avere il pieno controllo della
macchina come ad esempio la possibilità di installare il s.o. che vuoi o
quantomeno avere la scelta tra Microsoft ed una qualsiasi distro Linux
come avviene "dall'altra parte"! :)
Ma anche sui Mac ci metti quello che vuoi (a parte che osx sotto al
cofano è un normalissimo Unix), sia con bootcamp sia in altro modo. Ho
un amico che già anni fa si era fatto uno dei primi macbook intel mono
so con debian.
Post by ^Bart
Post by Beppe
Giusto per dare una veloce info: l'anno prima in ufficio sono stati
prese dei Lenovo Yoga 13", avevano l'i7 invece dell'i5 (ma su queste
serie sono molto simili) pagati quasi uguale (anche se avevano win
home che abbiamo dovuto poi upgradare): a parte i materiali che fanno
pena (flettono tantissimo), uno ha ormai la batteria andata e l'altro
ha problemi alle porte usb perchè fatte di burro.
Io me li ricordo gli IBM che erano veramente IBM, sia desktop, server
che portatili ed erano favolosi, abbiamo comprato anche noi Lenovo di
fascia alta poco sotto i 2000 euro e... si sono rotti tutti, chi con la
mobo che si freezava, chi il video, etc. mentre mi hanno stupito i
Fujitsu Siemens che di qualsiasi taglio economico vanno come dei muli e
sono indistruttibili!
Da privato ho acquistato un HP sui 1300 euro, ho fatto acquistare anche
ad amici, parenti e conoscenti HP e fin'ora non ho avuto problemi.
Saluti.
^Bart
Da privato avevo acquistato un Fuijitsu Siemens nel 2002 (pessimo
servizio di assistenza). Poi solo mac... mentre per lavoro abbiamo
comperato workstation Dell per anni. Si sono rotte tutte... chi appena
prima della scadenza nbd chi dopo poco chi dopo molto.
urantia
2020-11-15 20:45:29 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Salve,
qualche settimana addietro postai un messagio in cui segnalavo problemi al
disco di un Mac dal titolo "MacBookPro che sente solo la partizione di
ripristino da 2GB", spedito il dispositivo in assistenza (fuori garanzia di
pochi mesi) e... nell'oggetto c'è la risposta!
Sinceramente sono rimasto basito dalla cifra, con quell'importo ci si
potrebbero comprare almeno 3 HD di qualità pro da 1TB... :\
non sto a leggere tutti i post, ma vi invito ad andare su youtube e
guardare i video postati da luis rossmann, esperto riparatore di
macbook e colonna del right to repair movement
molto istruttivi, sia su come riparare i macbook, sia sulle politiche
della apple
Marcunz
2020-11-16 17:46:31 UTC
Permalink
Post by ^Bart
Salve,
qualche settimana addietro postai un messagio in cui segnalavo problemi
al disco di un Mac dal titolo "MacBookPro che sente solo la partizione
di ripristino da 2GB", spedito il dispositivo in assistenza (fuori
garanzia di pochi mesi) e... nell'oggetto c'è la risposta!
capisco la frustrazione, più o meno la mia quando Sony mi ha detto che non mi avrebbe riparato il lettore cd del ministereo di mia madre, ancora in produzione. Un pezzo da 20 euro che non mi da neanche a pagamento.
Cifre diverse ok, ma come vedi le "major" fanno come gli pare.
Post by ^Bart
Non sarebbe più "onesto" sentir dire da parte di un acquirente Mac a me
piace per l'estetica, perché fa figo (questo non lo ammetterà mai
nessuno!!!), per tanti altri motivi personali ma non oggettivi?
provo a dirti un motivo personale E oggettivo (relativamente alla mia dimensione non-pro)
- ho iMac da anni (perché faceva figo, perché l'iMac è una macchina straordinaria, delicatissima, ma incredibilmente versatile, facile, piacevole, quasi un amico di famiglia in casa, tant'è che dal 2013 è rimasto praticamente sempre acceso in salone alla portata di tutti)
e da poco ipad air 4 + iphone... e ho capito il vero motivo solo dopo aver comprato gli ultimi due.

Te lo spiego con un esempio.
Finalmente riesco a:
- inviare dal cell le foto dei bimbi ai miei suoceri, pescandole dalla mia libreria organizzata sull'iMac nel modo in cui me la sono organizzata in questi 10 anni, cercando le foto del piccolo tra quelle che mi sono segnato col cuoricino. Sono foto che ho solo io.
- fare una videocall che funzioni senza mille settaggi semplicemente chiamando con facetime le persone che so avere un dispositivo apple, lasciare un segnalibro da una parte e ritrovarlo dall'altra (su iMac o iPhone se l'ho preso su iPad)
- una cosa banalissima: adoro i podcast RAI, ebbene l'app Rai non invia al mio sistema Sonos l'audio del podcast se lo ascolto da cell Android. Con iPhone e Airplay me la trova a prescindere e posso mandarci anche i miei memo vocali.
- disinteressarmi di dove e come vengono archiviate le foto, di quante cartelle ho, di dove ho messo quel file, se un driver mi funziona o no e se una app sarà o meno collegata con tutti gli altri dispositivi che uso dal pc allo smartphone
- usare tutti i miei dispositivi in un modo che si parlino l'uno con l'altro e il futuro sarà sempre più integrato.
- sta evolvendo la mia sensibilità sulla privacy e questi continui pedinamenti di google&co cominciano a stancarmi, così come il fatto di dover ogni volta dare una dose di privacy per iscrivermi ai servizi online --> l'account apple è fantastico in questo senso.
Soprattutto per il fatto che già oggi sto costruendo la privacy di quelli che un domani saranno degli adulti che potrebbero dirmi "scusa Babbo, ma perché il mio collega ha trovato la mia foto di bambino col pannolino su FB?".

*E' la soluzione perfetta? No. La condivisione di album di iCloud per le foto, fuori dai sistemi iOs, fa pena e uso volentieri - in pochi accuratissimi casi - quella di Google.

*E' la più economica? Probabilmente no, anche se pure Google e Amazon alla fine il conto te lo fanno pagare per metterti insieme gratis tutti i pezzi di un "ecosistema" Android/Win/Chrome .. e lo paghi o in termini di privacy (e io ho VOLUTO un iPhone anche per questo motivo per la prima volta dopo aver avuto sempre e solo Android da 200€) o in termini di prezzo (vedi Google Foto che alla fine lo pagherai). E quando ti mettono un prezzo, come il clouding, è assolutamente uguale a quello di Apple. Quando fanno un portatile leggero e performante (che sia huawei o Dell) vogliono 1.500 euro esattamente come Apple.
Un altro esempio banale: avevo cell Android, Google Foto e per risparmiare spazio le mie foto del cell le mandavo al cloud. Un giorno alla cassa del supermercato, cercando la foto della tessera fedeltà mi rendo conto 1) che il cell non prendeva 2) che la foto IN QUEL MOMENTO ce l'aveva solo Google (insieme a tutte le altre che non avevo salvato sul Mac). Nessun altro. Ti sembra poco?

*E' quella che funziona più facilmente di tutti? A mio avviso sì, perché è un ecosistema (chiuso ovviamente, come lo sono tra di loro Win-Office/Chrome/Android) pensato e ragionato da persone che interpretano i bisogni dell'utilizzatore, ne intercettano le esigenze (non sempre e non tutte) e ne propongono una soluzione integrata, già pre-masticata in alcuni casi. Ovvio non funziona tutto come vorrei ma mi sembra già meglio del passato.

Se poi mi dici che le cose sopra le potevo fare anche con un sistema Chrome/Android/Win-Office seguendo ottomila procedure, non ti dico che non sia vero o per certi versi più economico (anche gratis!), ma di certo un conto è gestire 10 bollette, un conto una sola.
E francamente non ho tempo da perdere per scervellarmi a capire come far funzionare quei 3-4 mondi insieme e nell'assetto più funzionale per tutti.
Mi accontento di quello che mi propone Apple che è già tanto e lo metto nel prezzo del device che compro, così non mi sembra più "così caro".
E mi prendo anche un altro effetto: spesso è Apple che fa scoprire agli utenti cosa possono fare con i loro device il che amplia le possibilità di utilizzo, come ogni volta che ha abbandonato supporti che nessuno aveva capito essere già desueti come dischetti, lettori cd e altro...

In tutto questo ho delle sessioni programmate GRATUITE dove un signore gentile mi spiega come fare certe cose. Anche questo sta nel prezzo dell'iPhone.
Un sogno per me, che dopo essermi fatto mille seghe mentali per far girare gli X86, aver atteso giorni che il C64 mi caricasse i giochi da una cassetta, - se permetti - ne ho le p@@@ piene di aspettare ancora di capire come far funzionare una cosa che dovrebbe migliorarmi la vita. ;-))))))

Detto questo, al polso ho un normalissimo smartband da 30€ perché è quello che mi serve e funziona pure con iOS.
Continua a leggere su narkive:
Loading...